“LA TERAPIA BREVE STRATEGICA”.
Guarire in Tempi Brevi

donna con fioriUna convinzione molto diffusa e altrettanto fuorviante è quella secondo la quale se una persona è affetta da una problematica di natura psicologica è costretta, per risolvere le proprie difficoltà, a sottoporsi a lunghi e sofferenti trattamenti di psicoterapia.
Un’altra credenza è quella che per arrivare alla soluzione di un problema è necessario avventurarsi in un estenuante viaggio nel proprio passato alla ricerca delle cause che hanno determinato tale situazione patologica.

Appare ovvio che, posto in questi termini, molte persone sviluppano una forte resistenza nei confronti di un eventuale percorso terapeutico. A ciò si aggiunga che viviamo in una società che pone ritmi di vita incalzante, come tali, incompatibili con l’idea che per risolvere un problema sia necessario intraprendere un lungo trattamento estremamente costoso sia da un punto di vista economico che umano.
Tuttavia negli ultimi vent’anni, molti studiosi e ricercatori, grazie ai contributi della più aggiornata ricerca scientifica, hanno dimostrato e divulgato come sia possibile risolvere efficacemente ed in tempi brevi la maggioranza delle patologie psichiche e comportamentali.

Continua a leggere

“LA MENTE CHE SI INTRAPPOLA”.
Attacchi di Panico

urlo di munch“Era una splendida giornata di primavera, stavo andando a raggiungere i miei amici al mare quando all’improvviso ho cominciato a sentire strane sensazioni che via via aumentavano e travolgevano il mio corpo senza che io potessi in alcun modo fermarle: il mio cuore sembrava impazzito, il respiro sempre più affannoso, la gola chiusa, un sudore freddo avvolgeva tutto il mio corpo; l’unica cosa che sono riuscita a pensare è stato come raggiungere il pronto soccorso più vicino per evitare di morire per strada”.

Il panico è una reazione psicofisiologica, rappresenta la forma estrema della paura e mette a dura prova la sicurezza dell’individuo. Le persone che vivono accanto a chi soffre di attacchi di panico tendono a minimizzare il problema.
Chi ha sperimentato una sola volta l’esperienza devastante dell’attacco di panico comincia a controllare o ad evitare tutte le situazioni che potenzialmente potrebbero scatenare l’escalation della paura; così come tende a rivolgere la propria attenzione all’ascolto dei parametri fisiologici quale il battito cardiaco, il ritmo respiratorio, il senso di equilibrio ed altri nel tentativo di tenere sotto controllo tali spontanee reazioni.

Continua a leggere